Come possiamo alleggerire il nostro carico mentale?

Wie kannst du deine mentale Belastung lindern?

Organizzare, pianificare, gestire, pensare… Il nostro cervello è costantemente sotto pressione durante la vita quotidiana e questo fa sì che possiamo diventare rapidamente sopraffatti. Quando le funzioni cognitive del cervello sono compromesse, può diventare più difficile concentrarsi sui compiti e conservare le informazioni in modo efficace. Quante volte al giorno vi ritrovate a pensare ad una cosa mentre ne state facendo un’altra?

Per evitare di esplodere a causa del carico mentale, è importante rivedere le proprie priorità, essere organizzati ma soprattutto prendersi cura di se stessi e imparare a lasciarsi andare.

Ecco 6 passi chiave per una vita più sana e serena:

1. Consapevolezza

A volte è difficile prendere coscienza del nostro carico mentale. Spesso siamo in fase di negazione e chi ci circonda se ne rende conto prima di noi. Tuttavia, i primi segni non ingannano: perdita di efficienza, mancanza di creatività, cambiamento di umore, dimenticanze, perdita di energia, ecc. Questo può portare al cosiddetto burn out.

Avete mai sentito parlare della ‘did list’? A differenza di una “to-do list”, che viene preparata in anticipo (il giorno prima o la mattina), la “did list” è una lista di tutto ciò che è stato fatto durante la giornata (è infatti da compilare alla sera). Quindi prendetevi 5 minuti ogni giorno per elencare su un foglio di carta o in un quaderno tutte le cose che avete fatto durante il giorno. E poi leggetele ad alta voce! Non c’è niente di più gratificante che vedere tutto il lavoro che avete svolto

Questa prima fase di consapevolezza è essenziale per prevenire il sovraccarico mentale. Vi consigliamo di porvi regolarmente questa domanda: negli ultimi giorni siete stati più volte stressati o felici e tranquilli?

2. Organizzazione

È importante essere ben organizzati per non essere sopraffatti. Ma attenzione a non cercare di fare troppo! Bisogna stabilire dei limiti sani e imparare anche a delegare quando è possibile. Scegliete una “to do list” minimalista piuttosto che una “to do list” infinita, che vi farà sentire in colpa alla fine della giornata. È meglio essere concisi con una lista breve e chiara e obiettivi realistici e accessibili. Per farlo, ricordate queste due parole: dare priorità e classificare.

3. Comunicazione

La comunicazione è la chiave! È impossibile trovare un buon equilibrio senza comunicare. I benefici sono numerosi: meno stress e ansia, maggiore apprezzamento del proprio lavoro, costruzione dell’autostima, ecc. È quindi necessario esprimere i propri desideri, sentimenti ed emozioni piuttosto che isolarsi e rimanere in silenzio, cogitare, prendere tutto e tenerlo per sé.

È anche importante capire l’importanza del sapere dire “no”, e rimuovere la sua connotazione negativa.

Per paura di deludere, per paura del conflitto e per i sensi di colpa, non sempre osiamo dire “no”. Contrariamente alla credenza popolare, il “no” ci permette di affermare il nostro desiderio, di esprimere la nostra onestà e anche di risolvere o evitare certe situazioni complicate.

4. Tempo per voi stessi

Rallentare? Che idea! Eppure, integrare più lentezza nella propria vita quotidiana significa soprattutto darsi più tempo per focalizzarsi e ricaricarsi. Il tempo è prezioso, quindi usatelo per fare ciò che vi appassiona: come disegnare, leggere un libro, fare un trattamento al viso, cucinare o anche fare una passeggiata nella natura. Durante una breve pausa al lavoro, per esempio, potete fare qualche esercizio di stretching o di respirazione, bere dell’acqua o prendere un po’ d’aria fresca per qualche minuto per schiarirvi le idee. Questi piccoli momenti di auto-cura aiutano a prevenire l’accumulo del carico mentale, e persino a ridurlo.

Negli ultimi anni, il concetto di “slow life” è diventato sempre più diffuso. Ci invita a prenderci cura di noi stessi, ad aprirci agli altri, a condividere bei momenti con i nostri cari per una pienezza d’amore, più benessere e benevolenza.

5. Lasciar andare
Se la vostra mente è costantemente occupata e vi sentite sopraffatti, dovete assolutamente fare un respiro profondo e lasciarvi andare. Come si fa? Prima di tutto, imparate a delegare e a fidarvi. Accettate che le cose siano fatte diversamente da come avevate immaginato e a volte rivedete il vostro livello di aspettative. Abbiate una mentalità aperta, date uno sguardo diverso a ciò che vi circonda e, soprattutto, siate positivi!

Il nostro consiglio: alzatevi qualche minuto prima la mattina e prendetevi del tempo per meditare, fare yoga o praticare l’automassaggio al viso (ad esempio, massaggia l’incavo sotto la clavicola e/o la parte inferiore degli occhi, dal naso alle sopracciglia).

6. Nutrizione
Sapevate che il cervello ha bisogno di nutrienti specifici per funzionare in modo ottimale? Una buona dieta non solo influenza il vostro benessere, ma anche le vostre prestazioni mentali. La nutrizione gioca quindi un ruolo importante nel mantenere e migliorare la funzione cerebrale. Ci sono alcuni alimenti che aiutano a garantire un apporto ottimale di nutrienti per il funzionamento del cervello, in modo che il cervello funzioni bene durante tutta la giornata.

Date al vostro corpo e alla vostra mente i minerali e le vitamine giusti per sostenere la vostra memoria, la concentrazione e le prestazioni cognitive con il nostro integratore Brainpower Mind-seed

Seguiteci su Instagram per i nostri consigli di bellezza e di salute, DIY, ricette sane e molto altro!